Loading

Ceduo

Ceduo

Paesaggio da Corviano

Paesaggio da Corviano

Si definisce ceduo un bosco in cui il rinnovamento delle piante in seguito al taglio del fusto da parte dell’uomo avviene spontaneamente mediante polloni, cioè attracerso nuovi fusti originati da gemme presenti sulla ceppaia. La ceppaia è costituita dal troncone di fusto e dalle radici che rimangono nel terreno dopo l’abbattimento della pianta e da essa si sviluppano naturalmente nuovi fusti dopo il taglio mediante quindi una riproduzione per via vegetativa. Solo alcune specie forestali sono dotate della cosiddetta capacità pollonifera, ossia della capacità di emettere i polloni dopo il taglio: si tratta in particolare di alcune latifoglie tra cui il faggio e il castagno.

Dintorni di Vallebona

Dintorni di Vallebona

In pratica, nei boschi governati a ceduo, le piante, dopo essere state tagliate, ricrescono spontaneamente nel volgere di 20 o 30 anni e questo consente di ripetere il taglio a distanza di tempo senza danni per il patrimonio boschivo. Quindi, questo sistema di governo del bosco consente di tagliare almeno una parte degli alberi che lo compongono senza dover poi seminarne di nuovi per reintegrare quelli abbattuti con conseguente forte riduzione del costo complessivo del taglio.
Si definisce poi “ceduo a sterzo” una particolare forma di trattamento nell’ambito del governo a ceduo, secondo cui solo una parte dei polloni, scelti fra quelli di maggiori dimensioni, viene rimossa ad ogni taglio, cosicché ne deriva un popolamento composto da polloni caratterizzati da età differenti (normalmente tre).

Aioe

Aioe

L’autore di questo blog si chiama all’anagrafe Paolo Amoroso, soprannominato Aioe fin da ragazzo, di professione avvocato nel penale, con la passione per l’aria aperta, la storia medievale e l’informatica.

LEAVE A COMMENT